fbpx google-site-verification=pd7qhz7qB8qhHvCbw2Og3hgRPWtSHExvNwcdIbeSmig

Incazzo saggio…
Che sia chiaro: tutte le emozioni sono giuste e creatrici di cambiamento.

Negli ultimi anni la rabbia è stata catalogata come negativa e debilitante.

Sì, lo è quando è lei a guidare le nostre vite e le nostre scelte, ma non è così quando reagiamo in modo “focoso” ad un disagio, ci arrabbiamo e osserviamo consapevolmente ciò che arriva.

Mi riferisco a situazioni che ci vengono imposte e fanno partire in noi la ribellione necessaria per cambiare le cose. In questo caso la rabbia è un sintomo che ci obbliga a vedere quello che non funziona: ci dà lo stimolo e l’energia per reagire.

 

L’incazzo saggio focalizza l’energia!

Siamo umani ed è normale che le emozioni si mostrino anche nel lato “negativo” (se esiste un positivo e un negativo). Quello che noi non vorremmo mai che succedesse.

Tutti desideriamo essere zen e affrontare ogni avvenimento con la mente fredda e lucida trovando le soluzioni migliori senza perdere il controllo, ma se pensate che sia davvero sempre possibile mi sa che avete sbagliato pianeta quando avete deciso di mollare il mondo spirituale per scendere di nuovo nella materia!

Siamo qui per vivere le emozioni, nei picchi più piacevoli della gioia e nelle cadute più buie della tristezza.

La differenza tra chi lavora su sé stesso ed entra in connessione col tutto è che durano davvero molto meno.

Questo vuol dire che, quando determinate emozioni ci sovrastano, è il momento di fermarsi ad osservare con tenerezza quali programmazioni si nascondono alle loro spalle ed è un ottimo momento per evolvere e liberarsi da pesi vecchi.

Ogni emozione è una vibrazione che emaniamo verso il mondo esterno. È una parte di noi, non siamo noi. È un frammento di noi che vuole essere osservato come un bambino che si isola in un angolo e spera che qualcuno vada a prenderlo per mano e lo rassicuri. Vuoi lasciarlo lì tutto solo a isolarsi?

 

L’incazzo saggio serve tantissimo e lo uso anch’io per ribellarmi a determinate situazioni; altrimenti saremmo come pesci che abboccano all’amo.

Ci vengono propinate continuamente notizie illogiche, contrastanti, giudizi, sentenze, atrocità, discriminazioni.

L’incazzo saggio vi fa spegnere radio e TV e accendere il cervello. Chiedetevi “perché?” in continuazione.

Perché sta succedendo questo?

Perché decidono quest’altro?

Perché dicono così e poi fanno cosà?

Eccetera, eccetera…

Questo vi farà uscire dal loop del bombardamento mediatico. Poi confrontatevi con persone più esperte di voi, ma anche con chi vi fidate e sapete che sanno ragionare in modo saggio.

E infine prendete tutte le informazioni e mettetele sul tavolo scegliendo quelle che vi risuonano di più. L’intuito vi guiderà al meglio, come sempre, e non sbaglia mai.

 

Osservare, sentire, agire!

Dal momento che la rabbia consapevole vi avrà fatto agire per il vostro massimo bene, non avrà più bisogno di mostrarsi. È un’amica che vi parla con onestà e senza fronzoli. Non scappate da nessuna emozione perché appare per aprire la vostra visuale, continuamente.

E ricordatevi, qualsiasi metodo, strategia, imposizione che ci divide l’uno dall’altro è una forma egoica che ci fa sentire soli e separati dal prossimo, quindi deboli.

Siamo pianeti che formano lo stesso universo! Insieme siamo più forti! Insieme anche il sistema immunitario è più forte!

Se volete restare sani, in questo periodo in cui si parla solo di malattia, sappiate che c’è un unico stato d’animo che ci rende inattaccabili: L’INNAMORAMENTO.

Quando siamo innamorati possiamo non dormire, non mangiare e sbragare come matti senza risentirne e allo stesso tempo camminare sulla terra con un sorriso smagliante e gli occhi a cuoricino.

E allora innamoriamoci! Di qualcuno, di qualcosa, della natura, di un’idea, dell’arte … di qualsiasi cosa! Così resteremo connessi all’amore che è il più potente vaccino che potete sfruttare per difendervi.

Se proprio dobbiamo stare a casa, allora restiamoci a fare l’amore!

Il resto è solo di passaggio.