fbpx google-site-verification=pd7qhz7qB8qhHvCbw2Og3hgRPWtSHExvNwcdIbeSmig

-12 punti per diventare ricchi-

Il successo, i soldi, l’amore, la fortuna … Non so se me lo merito. Bella scusa amico/a!

Trovi l’amore, diventi uno scrittore di successo, vinci 10 milioni di franchi al Lotto e pensi “Non so se me lo merito”. Resti lì nel dubbio a non fare niente preso/a dall’ego che ti fa crogiolare nel dubbio e nelle paure. Probabilmente questa ricchezza finirà nel cesso dei sensi di colpa.

Le situazioni sono due: o sei pigro e te la stai raccontando per non fare più di ciò che fai ora, o te la stai raccontando perché non ti senti meritevole di ricevere. SuperEgo o IpoEgo.

“Dannazione, non voglio prendermi la responsabilità della mia ricchezza!”

  • Se sei nell’abbondanza è perché te lo meriti (ce lo meritiamo tutti) e hai le possibilità di fare qualcosa di bello con ciò che hai (creatività)
  • Se non sei nell’abbondanza c’è ancora qualcosa che ti frena dal ricevere ciò che desideri, o peggio ancora, non ti stai accorgendo che sei già nell’abbondanza, esattamente come l’esempio sopra.
  • Il peggio del peggio è chi invidia l’abbondanza dell’altro e non cambia niente per andarsela a prendere
  • Ma al top della hit parade c’è chi è già nell’abbondanza, invidia quella altrui e resta nel vittimismo per non osservare che ciò che possiede non è quello che realmente vuole. E non sa cosa vuole.

Ognuno ha la credenza di cosa sia l’abbondanza in base alla sua scarsità. In pratica tu osservi l’abbondanza dal punto di vista di ciò che NON hai.

Dimmi … cosa vuoi CREARE con l’abbondanza? 

“Ci sono due drammi nella vita: non ottenere ciò che si vuole e ottenere ciò che si vuole!”
– Oscar Wilde –

 

Qual è il tuo sogno?

Non ciò che ti hanno indottrinato nella tua famiglia, a scuola, ciò che mostra la pubblicità, ciò che è nella tua memoria civile, ecc.

L’abbondanza è interconnessa con il luogo in cui sei cresciuto e ti influenza ancora oggi. Credimi, se fossi nato e cresciuto in un altro posto del mondo molto diverso dal tuo, la tua visione sarebbe diversa. Ma restiamo qui …

Siamo stati cresciuti da una generazione che ci ha insegnato a collegare l’abbondanza al sacrificio.

“Prima il dovere e poi il piacere!”

Qual è il tuo sogno? Riesci ad immaginare cosa ti renderebbe felice? Riesci a visualizzarlo?

Crea un’immagine di te stesso/a fra 1 anno realizzato/a, felice, soddisfatto, pieno, completo, arrivato.

Dubito che tu ci riesca. La mente vola e spazia così tanto che difficilmente ti sarà possibile trovare un punto di arrivo.

Cosa stai continuamente cercando in questa vita?

Ti tolgo il dubbio immediatamente! TUTTI e dico TUTTI stiamo cercando UNA SOLA COSA e tu stai perdendo un sacco di tempo a orientare il tuo impegno ad cazzum senza tenerne conto!

… suspence … nel frattempo ti vengono in mente un sacco di cose che probabilmente non riguardano nemmeno te e il tuo ego sguazza nel buonismo …

L’unica infinita indissolubile incommensurabile ricchezza che tu vai smisuratamente e disperatamente cercando in ogni tuo sforzo è l’amore e sentirti vivo/a!

Il successo, i soldi, la relazione, la fortuna o come lo chiami tu, non è altro che un modo per sentirti amato, ma molti di noi lo cercano in surrogati disonesti perché non ne sono consapevoli. Così si crea questo moto perpetuo di accumulo compulsivo e perennemente insoddisfacente.

Noi siamo la generazione giusta che può insegnare ai nostri figli questo principio fondamentale e anche senza il nostro aiuto, per buona sorte, questa nuova generazione si sta accorgendo che ognuno di noi ha il diritto di realizzare i suoi sogni.

Ma ricordati, qualsiasi cosa desideri deve farti sentire amato, se no sono solo *elucubrazioni mentali.

“Mio Dio Sonia, e come faccio a mettere in pratica tutto questo?”

Ecco i semplicissimi 😊 13 punti da mettere in atto:

  • Innamorati di qualcuno o qualcosa che ti porta energia e nutrimento (inteso come qualcosa che mi permette di evolvere)
  • Dedizione: prenditi cura di questo qualcuno o qualcosa
  • Disciplina: ci vuole costanza per entrare nella creazione, non puoi pensare di imparare a suonare il pianoforte in un giorno … almeno, su questo pianeta la vedo dura, dovresti fare un profondissimo lavoro sulle tue credenze!
  • Focus: tutto ciò che dici e fai è indirizzato e mirato al tuo sogno e quindi non disperdi energia
  • Concretezza: quando prendi un impegno per il tuo massimo bene lo mantieni!
  • Informazione: leggi, chiedi, erudisciti**!
  • Ego: quel qualcuno o qualcosa devi essere prima di tutto TU! Innamorati prima di tutto di te stesso perché se no non avrai la forza di mantenere in vita i punti precedenti
  • Consapevolezza: il cambiamento ti accompagna sempre perché ti tiene sul pezzo. Quindi non aspettarti di avere sempre lo stesso lavoro, gli stessi amici, gli stessi gusti, la stessa casa, ecc.
  • Spiritualità: non sei qui per arrivare da qualche parte, sei qui per fare esperienza! Non raggiungerai mai il tuo sogno perché in realtà si tratta di una serie di sogni e ogni volta ne creerai uno nuovo.
  • Condivisione: arrenditi! Da solo non ce la farai mai! Sei qui per creare contatti e interazioni con gli altri esseri che ti circondano. Solo nella generosità e nell’umiltà sarai davvero felice.
  • L’abbondanza è infinita, anche per questo non c’è una montagna da scalare, ma una lunga passeggiata da godere.

… alla fine del testo per scoprirai l’ultimo punto …

 

Osservare, sentire, agire! Sta a te … Sei anche libero/a di non fare niente di tutto ciò, ma non lamentarti e non giudicare chi lo sta facendo. Grazie.

“tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa”
– Albert Einstein-

  • Sii quello sprovveduto! Cancella tutto quello che ti hanno insegnato fino ad oggi e impara a sognare in grande, oltre ai tuoi limiti del qui ed ora! Hai le stesse 24 ore al giorno di Einstein, anche tu ce la puoi fare seguendo il tuo talento!

 

Non c’è tempo per non avere tempo di innamorarsi.

 

*elucubrazioni mentali: lavoro molto meditato ed elaborato ma che non approda a nulla

**erudirsi: studiare per diventare più colto, istruirsi